Telefono da muro o da tavolo: quale scegliere? Caratteristiche e confronto

Acquistare un telefono, con il quale mantenere i contatti con i propri cari, amici e colleghi, è sicuramente un piccolo ma grande investimento di cui non si può fare a meno. Negli ultimi anni, gli smartphone hanno letteralmente spopolato, diventano i protagonisti indiscussi della comunicazione non solo tra i giovani ma anche tra gli adulti, i professionisti e, dulcis in fundo, alcuni anziani che si sono cimentati nell’utilizzo di tale dispositivo, soprattutto per ricevere videochiamate dai parte dei propri familiari.

I servizi di messaggistica istantanea sono molto utili per scambiare informazioni in tempo reale e condividere immagini e documenti, per scopi lavorativi e personali.

Tuttavia, il telefono fisso non passa mai di moda: è come se fosse un amico fidato del quale non si riesce a fare meno, che non si può proprio sostituire! È indispensabile per tante persone anziane che trascorrono molto tempo in casa, per la sua praticità e facilità d’uso, per le aziende che devono comunicare continuamente con fornitori e collaboratori e per le famiglie che voglio essere sempre reperibili.

In quest’articolo, vedremo, nello specifico, quali sono le caratteristiche e differenze che intercorrono tra un telefono da tavolo e uno da parete. 

I vantaggi di avere un telefono fisso in casa o in ufficio

Comunicare attraverso un telefono fisso risulta molto più semplice, in quanto le interferenze sono quasi nulle; dà più sicurezza in termini di reperibilità, stabilità e sicurezza, perché non si scarica, come succede ai cellulari (dotati di batteria ricaricabile che si esaurisce dopo tot ore) ed è sempre pronto all’uso.

Stipulando un contratto vantaggioso con una delle varie compagnie telefoniche, è possibile effettuare, ricevere telefonate e collegarsi alla propria rete internet, protetta da una password personale, risparmiando notevolmente sulla spesa mensile dell’utenza telefonica. Le aziende hanno l’esigenza di installare più telefoni nei diversi uffici o di sfruttare la tecnologia VOIP (Voce tramite protocollo Internet).

Molto comodo è il cordless, il telefono senza filo, che consente di spostarsi dovunque si desideri, quando si deve effettuare una chiamata o quando la si riceve. In tal modo, si ha maggior privacy e libertà di movimento.

Nei due paragrafi successivi, elencheremo le caratteristiche di un telefono da tavolo e di uno da parete.

Caratteristiche del telefono da tavolo

Il telefono da tavolo è il classico telefono fisso, costituito dalla cornetta con cavo a spirale e dalla base con tastiera numerica e di un piccolo display. Viene collocato su una base d’appoggio, come ad esempio un tavolo, una scrivania, un comodino o un apposito ripiano. È importante scegliere bene quale angolo della casa riservare alla collocazione del telefono, poiché sarà lo spazio in cui si trascorrerà tutto il tempo necessario per comunicare con il proprio interlocutore.

Per quanto riguarda le caratteristiche specifiche, eccetto i modelli molto datati, tutti i telefoni fissi, come accennato, hanno un display su cui è possibile visualizzare il numero telefonico della persona che si mette contatto con noi. La suoneria si può personalizzare, si possono regolare il volume, l’ora e la data, si possono attivare/disattivare la segretaria telefonica, la deviazione e l’avviso di chiamata, inoltre è possibile usufruire della funzione vivavoce quando si è impossibilitati a impugnare la cornetta e si possono registrare i numeri importanti nell’apposita rubrica.

I modelli più tecnologici supportano anche le videochiamate e prevedono la lettura o ascolto dei messaggi di testo (ciò dipende anche dalle condizioni contrattuali ed economiche del gestore telefonico scelto).

Caratteristiche del telefono da muro

Il telefono da muro, a differenza di quello da tavolo, non necessità di una base sul quale riporlo, poiché viene fissato direttamente sulla parete che si sceglie. Si tratta di un dispositivo molto compatto e semplice, disponibile in diversi colori, costituito da un blocco su un si poggia la cornetta con il cavo a spirale e sulla quale è inclusa la tastiera. A primo impatto, può essere confuso con un citofono!

Le funzioni sono le stesse del telefono da tavolo, però non si possono effettuare videochiamate. Molte persone lo preferiscono perché non hanno molto spazio in casa e perché lo trovano più pratico e comodo.
Gli amanti del vintage, possono acquistare diversi modelli di telefono da muro d’epoca (sui siti web o nei negozi specifici) simili o proprio uguali a quelli che si vedono nei film o che le nonne e bisnonne avevano nel corridoio o in una delle stanze della propria casa.

Dunque, conviene acquistare un telefono da tavolo o uno da muro? La scelta tra i due modelli è soggettiva: come accennato, a seconda delle esigenze legate allo spazio presente in casa e ai gusti personali, si opta per l’uno o per l’altro o magari per entrambi, che vengono collocati in diverse zone dell’appartamento. A volte, le neomamme preferiscono avere un telefono da muro per evitare, preventivamente, che i bambini possano avvicinarsi e giocare con i fili e la cornetta, trascinandoli verso di sé, rischiando così di fare danni e farsi male.

La scrittura, per me, è nettare di vita: è la mia più grande passione e miglior forma di espressione. Amo inventare storie per bambini, scrivere racconti che trattano svariati temi, mettere per iscritto pensieri di ogni tipo. Ho collaborato con due testate giornalistiche on-line. Sono coautrice del libro “Amiche per la fiaba. Dieci storie per un sorriso”. Mi piace cimentarmi in ogni nuovo progetto che riguardi la scrittura, un’arma creativa, che ha uno straordinario potere terapeutico.

Back to top
menu
Migliore Telefono fisso